Museo Monumento al Deportato

Orari di apertura

giovedì mattina su richiesta a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.
da venerdì a Domenica e festivi ore 10-13 e 15-19

Orari durante il festivalfilosofia

venerdì 16 e sabato 17 settembre ore 10-23
domenica 18 settembre ore 10-20

ingresso gratuito in occasione del festivalfilosofia

visite guidate gratuite fino ad esaurimento posti venerdì 16, sabato 17, domenica 18 settembre ore 14.30
prenotazione obbligatoria per le visite guidate 
entro giovedì 15 settembre tramite e-mail a This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.


Il Museo Monumento al Deportato politico e razziale nei campi di sterminio nazisti, progettato dallo studio BBPR, è inaugurato nel 1973. Ispirato ad una concezione antiretorica e fortemente simbolica, il Museo racconta in tredici sale il fenomeno della deportazione nella sua universalità di violenza dell’uomo sull’uomo. I linguaggi artistici e l’allestimento essenziale ed evocativo, coinvolgono il visitatore in un’esperienza fortemente emotiva.

In alcune sale sono incisi dei graffiti con disegni realizzati sul tema della deportazione da grandi pittori quali Longoni, Picasso, Guttuso, Cagli e Léger.

La parte più tradizionalmente museale è rappresentata da pochi significativi oggetti collocati entro teche incassate nel pavimento, per sottolineare ancora una volta l’importanza delle parole alle pareti.

Nel cortile esterno, parte integrante del percorso di visita, emergono da fosse entro aiuole sedici stele in cemento armato, alte sei metri, sulle quali sono incisi i nomi dei campi di concentramento e sterminio dell’Europa. Sulle stele, che occupano in apparente disordine lo spazio del cortile, crescono rose rosse rampicanti, simbolo del sangue versato nei campi di sterminio durante la Seconda guerra mondiale.


Modalità ingresso

3 € biglietto intero, 2 € biglietto ridotto oppure con CARPICARD
Ingresso gratuito ogni prima domenica del mese

Giorni di chiusura
dal 1° al 21 agosto 2022
31 dicembre 2022

Oltre alle aperture ordinarie, il museo è visitabile anche nelle seguenti giornate
il giovedì mattina su richiesta

27 gennaio, Giorno della Memoria ore 10:00-13:00
25 aprile, Anniversario della Liberazione
18 settembre, Giornata Europea della Cultura ebraica
Ogni anno a settembre, Giornate europee del Patrimonio
Ogni anno a settembre, Festival della filosofia 

 

Visite con operatore 
è sempre possibile prenotare una visita con un operatore della Fondazione, sia al Campo che al Museo (escluso il periodo dal 1° al 15 agosto).
Costi: 50 € (1 sito: Campo o Museo), 80 € (2 siti: Campo e Museo) per gruppi da 1 a 30 persone.
Prenotazioni: tel. 059 688483 | e-mail: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.

 

Ascolta l'audioguida

 

   

31) SALA DEI NOMI

Il percorso si conclude nella Sala dei Nomi.

Sui muri sono incisi i nomi di oltre 14 mila deportati italiani nei campi di sterminio. A questi si aggiungono i nomi di Anna Frank, a simboleggiare tutti i bambini morti nei campi, e quelli dei 67 martiri di Fossoli, che furono uccisi nel tentativo di fuga dal campo.

Nella ideazione della sala, Ludovico di Belgioioso si è ispirato a una sinagoga di Praga i cui muri interni sono coperti di nomi di ebrei cechi deportati.

Ascolta l'audioguida